Cesena sconfitto dal Cittadella

Cesena sconfitto dal Cittadella

Cesena, 18/09/2022

Il Cesena non sbanca a Cittadella, affrontando una partita difficile e senza spazi. Nei primi venti minuti le formazioni si studiano e non trovano continuità: la prima azione vede protagonista Kongouli che al 16’ prova dalla fascia a metterla in mezzo, ma Costa è attenta e la butta in angolo. Tre minuti più tardi Zanni riceve palla da Distefano sul filo del fuorigioco, l’esterno bianconero serve Porcarelli che tenta il tiro deviato in angolo. Ma è al 22’ che la partita si sblocca: punizione di Peruzzo che crossa in area, Frigotto non arriva con i pugni e Ferin ne approfitta, segnando l’1 a 0 per le granata. Dopo poco ci riprova la numero 9: questa volta la palla è alta sopra la traversa. Al 38′ Costa atterra Begal in ripartenza: secondo giallo ed espulsione per il difensore bianconero. Sul finale sempre la numero 13 dalla trequarti tenta il tiro rasoterra, centrale e facile per Frigotto. 

Primo tempo difficile, che ha visto le bianconere far fatica a impostare e creare gioco. Nella ripresa, nonostante l’inferiorità numerica, il Cavalluccio scende in campo con il coltello tra i denti: al 63’ Porcarelli pressa il portiere, guadagna il pallone, prova a sorprendere Toniolo che rimane in posizione e para mandando in angolo. Ma il Cesena ci crede e un minuto più tardi trova il pareggio con un fantastico lancio di Capitan Casadei: Distefano aggancia e con un pallonetto supera l’estremo difensore.

Al 68′ azione pericolosissima per le padrone di casa con Kongouli che entra in area palla al piede e calcia verso la porta, Frigotto butta via ma il pallone rimane in area: ci arriva di testa Ferin, ma non inquadra la porta e la difesa allontana la sfera.

Al 74’ raddoppio del Cittadella con il “gol dell’ex”: Dahlberg tutta sola prende palla al limite dell’area, calcia di potenza e la sfera si infila alla destra di Frigotto, che non può nulla. A dieci minuti dalla fine Iriguchi vede Costi libera che aggancia ed effettua un filtrante per Porcarelli: la 14 regge ai colpi della difesa e una volta entrata in area prova il tiro ma è troppo debole, quindi finisce dritto tra le braccia del portiere.

“Partita difficile in un campo che non ha permesso a nessuna delle due squadre di esprimere tutto il potenziale tecnico.” – esordisce così Mister Michele Ardito – “Nel primo tempo il Cittadella ci ha chiuso gli spazi ed è riuscito a gestire palla bene palla, noi dal canto nostro abbiamo sbagliato l’approccio alla partita meritando lo svantaggio. In due occasioni ci siamo fatte trovare impreparate e abbiamo commesso errori che ci sono costati cari: il gol di Ferin nasce da un’incertezza in uscita del nostro portiere e poco prima dell’intervallo siamo rimasti in 10 per doppia ammonizione di Costa. Il Cittadella è stato bravo e fortunato a sfruttare i nostri errori.”

Due tempi completamente diversi: nonostante l’espulsione di Costa, le bianconere hanno raccolto le forze e cercato di sopperire alla mancanza, trovando anche il gol e sfiorando il raddoppio.

“Nel secondo tempo si è visto tutto un altro Cesena che nonostante l’inferiorità numerica ha messo alle stretta la squadra di casa trovando il gol del pareggio e provando anche a vincerla” continua Ardito. 

“Il gol di Dahlberg ci ha poi tagliato le gambe e la stanchezza ha iniziato a farsi sentire. Credo che il pareggio fosse il risultato più giusto, noi adesso dobbiamo guardare avanti a testa alta perché abbiamo giocato alla pari con una squadra costruita per vincere il campionato.

Mercoledì scendiamo di nuovo in campo in Coppa Italia, sarà una partita prestigiosa contro un avversario importante, ci impegneremo al massimo per mettere in difficoltà un avversario importante e di categoria superiore come il Parma.”

Cittadella (4-3-3): Toniolo; Peruzzo, Masu, Ambrosi, Asta (69′ Saggion); Benedetti, Nichele (69′ La Rocca, Dahlberg; Konguli, Ferin, Begal (83′ Pizzolato)

A disp: Nucera, Pavana, Kiamou, Nurzia, Zannini, Martinuzzi

Cesena (4-2-3-1): Frigotto; Casadei, Costa, Rossi, Nano (69′ Pastore), Mancuso, Bradau (69′ Costi); Zanni (56′ Iriguchi), Ploner (56′ Gidoni), Distefano (83′ Galli); Porcarelli

A disp: Serafino, Bizzocchi, Cuciniello, Bernardi

Arbitro: Piero Marangone di Udine 

Assistenti: Marco Munitiello di Gradisca D’Isonzo e Davide Bignucolo di Pordenone

Ammonizioni: 9’ Nichele (CI), 36’ Distefano (CE), 58′ Peruzzo (CI)

Espulsioni: 36’ Ardito Massimo (CE), 20’ – 38’ Costa (CE)

Reti: 22’ Ferin (CI), 64′ Distefano (CE), 74′ Dahlberg (CI)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.